Internet key: tutto quello che bisogna conoscere!

Internet key

Con l’elevato aumento quotidiano di servizi tecnologici riguardanti soprattutto la nascita di piattaforme di social network, posta elettronica, e file sharing si stanno diffondendo sempre di più oggi le famose internet key, le ormai ben note chiavette USB in grado di offrire una connessione ad alta velocità ovunque vi si trovi. Sono ancora in molti però ad essere piuttosto dubitosi  riguardo l’efficacia di questi nuovi sistemi di connessione, soprattutto perché convinti che le prestazioni e dunque le velocità siano scadenti e non affidabili. D’altro luogo invece bisogna precisare che le internet key prodotte dai vari gestori di telefonia lavorano sopratutto con connessioni di tipo HSDPA, dunque nettamente superiori di sicuro rispetto alle vecchie GPRS o UMTS.

Le chiavette internet si presentano al loro interno dotate di una vera e propria scheda sim, intestata al momento dell’acquisto, sulla quale viene attivato un piano tariffario necessario per la navigazione; insomma proprio come avviene per un cellulare. Il vantaggio inoltre è che esse sono plug and play quindi facilmente rimuovibili. E’ possibile sottoscrivere un abbonamento a consumo oppure flat, a seconda delle proprie necessità.

Vodafone spiazza tutti con le sue strepitose offerte Internet Sempre Smart, Internet Sempre Super e Internet Sempre Top. Sempre Smart offre a soli 9 euro al mese 1GB di traffico e una velocità fino a 1.8 Mbps. Sempre Super invece 3GB e 7.2 Mbps a 19 euro/mese. A seguire Sempre Top a 29 euro al mese e 5GB con connessione 28.8 Mbps. Wind rilancia con altrettante proposte allettanti. Super Internet Unlimited per navigare i primi 12 mesi a soli 10 euro al mese anziché 20 senza limiti di tempo. Vasta la gamma di internet key disponibili, per tutte le esigenze e per tutte le tasche; da un minimo di 39 euro ad un massimo di 89 euro. Tim presenta Internet 40 con chiavetta, la promozione da non perdere se desideri un abbonamento a tempo: 40 ore a 5 euro/mese con chiavetta da 49 euro, oppure la variante Internet 100 con 100 ore a soli 10 euro al mese. Stuzzicante anche la promozione per gli innamorati. A soli 99 euro al mese anziché 182, San Valentino special edition, con chiavetta 14.4 e 40 ore al mese.

Da notare che la maggior parte degli abbonamenti a tempo sono soggette però ad una fastidiosa regola: ogni connessione viene divisa in sessioni da 15 minuti con addebito preventivo, ossia se si rimane connessi per 4 minuti o per 14, si consuma comunque una sessione intera. Ciò porta dunque un ipotetico cliente a sottoscrivere un abbonamento flat senza limiti di tempo ma con un massimo di traffico di cui usufruire oltre il quale vengono applicati i costi della tariffa base (che spesso superano anche i 6 euro per mega). Insomma la scelta di una buona offerta per l’acquisto di una internet key va fatta attentamente secondo le proprie preferenze, senza farsi prendere troppo dai prezzi incoraggianti

Moto a riposo in inverno: ecco cosa fare

Moto

Non tutti i motociclisti hanno la fortuna di utilizzare una moto 12 mesi l’anno. Molti amanti delle due ruote sono infatti costretti a rinunciare all’uso della moto per qualche settimana, destinando quindi il proprio mezzo in garage durante la brutta stagione. Ma in che modo mettere a riposo la propria moto nella stagione fredda?

Se volete garantire una migliore salute alla vostra moto, è sempre bene custodire il mezzo ben lavato esternamente e “internamente”: rimuovete dunque i residui di grasso e morcia dal motore, utilizzando appositi solventi. Ricordate inoltre di scollegare la batteria svitando i morsetti, e di oliare e ingrassare la catena, in maniera tale che possa essere tutelata contro i danni da umidità.

Ancora, fate attenzione al luogo in cui andrà immagazzinata la moto. Se c’è elevata umidità, il sale che si forma sulle pareti potrebbe corrodere le parti in lega d’alluminio. Meglio dunque coprire il veicolo con un telo, che possa tutelarla in maniera più idonea.

Infine, ricordatevi di controllare la pressione delle gomme in cui si procede a riprendere in mano la moto, ed evitare di mettere a riposo la moto con il serbatoio vuoto (meglio fare un pieno, facendo naturalmente attenzione che la moto non entri in contatto con fonti di fuoco o calore durante l’immagazzinaggio).

Aggiornare Microsoft Lumia 830 a Windows 10

Microsoft Lumia 830

Il 29 luglio 2015 Microsoft immetterà sul mercato la versione definitiva del suo nuovo Windows 10, sistema operativo che rappresenta (almeno nelle intenzioni) una svolta storica per la società americana, che con questo sistema cerca la definitiva fusione fra le piattaforme mobili e desktop. In particolare Windows 10 sarà usato da Microsoft per sparigliare le carte in tavola nel mercato degli smartphone, ad oggi dominato da Android e da Apple. Windows 10 Mobile sarà un sistema nuovo ma compatibile con tutti gli attuali Lumia in commercio. Se siete fra i possessori di un Microsoft Lumia 830 potreste essere interessati all’aggiornamento a Windows 10 Mobile, anche se ancora non è in versione definitiva.


Ma nonostante il Lumia 830 sia uno smartphone molto buono, di diritto fra i migliori smartphone sui 300 euro, potreste comunque notare con questa versione di Windows 10 Mobile dei rallentamenti o dei bug, non causati ovviamente dal telefono ma dalla versione non ancora definitiva ed in beta di Windows Mobile, ecco per cui consigliamo la procedura solo a chi sa quello che fa e a chi magari non usa il suo 830 come smartphone principale.

Ecco dunque cosa dovrete fare per aggiornare il vostro Microsoft Lumia 830 ad una versione beta preliminare di Windows 10 Mobile.

  • Per prima cosa dovrete registrarvi al programma Windows Insider dall’indirizzo insider.windows.com come prerequisito per ottenere la rom da caricare sullo smartphone
  • A questo punto aggiornate il vostro smartphone ai più recenti update disponibili, altrimenti non vi sarà possibile procedere con la procedura
  • Dal Windows Phone Store scaricate l’applicazione che si chiama Windows Insider ed installatela, adesso avviatela e procedete con il log in con i dati usati per la registrazione al programma Insider
  • Ora dovrete fare tap su Get Preview Builds e quindi scegliere tra Fast e Slow e confermare con Accept quando vi verrà richiesto.

Attendete la fine del download e a seguire quella della procedura di installazione, il tutto potrebbe impiegare anche parecchio tempo, per cui sarebbe consigliabile tenere lo smartphone sotto carica durante la procedura, per evitare che uno spegnimento improvviso comprometta tutto. Potrete alla fine provare le nuove funzioni, come il nuovo centro notifiche, la nuova tastiera, il nuovo file explorer e tanto altro ancora.

Come ridurre i consumi di batteria su S5 mini

Qualcomm Snapdragon

Gli smartphone sono assistenti virtuali che ci aiutano ormai in ogni ambito, da quello lavorativo al tempo libero, ma costantemente connessi ad internet e con schermi di dimensioni crescenti è ovvio notare un aumento dei consumi di energia, che spesso coincidono con un peggioramento della durata di una carica.

Se siete fra i possessori di un Samsung Galaxy S5 mini potreste aver notato che in certe situazioni questo ottimo telefono, presente nella lista dei migliori smartphone sui 300 euro, tende a scaldare e scaricarsi rapidamente. Ma a cosa è dovuto ciò?
Principalmente uno dei motivi di surriscaldamento e scarica rapida è dato da un sovraccarico del processore, questo nonostante abbiate magari attivato le funzioni di risparmio energetico. La potente cpu Qualcomm Snapdragon che è integrata in questo modello infatti ha come vizio quello di scaldare, e forse saprete già che le batterie sottoposte a calore tendono a perdere carica velocemente. Se non volete che il telefono si spenga prima del dovuto ecco allora cosa potrete fare per risparmiare batteria e mantenere la carica più a lungo.

1 – Disattivare la Sincronizzazione
La sincronizzazione è quella funzione che permette alle applicazioni del telefono di essere costantemente aggiornate e di comunicarvi quindi le loro notifiche. In particolare le applicazioni email e quelle di social networking si sincronizzano ad intervalli regolari per ottenere sempre le notifiche di nuove email o nuove interazioni sui vostri profili social, ovviamente la cosa comporta un consumo di batteria in quanto interrogano frequentemente la connessione del telefono, che perciò non può andare in deep sleep.

Per risparmiare batteria allora andate nella action bar, scorrete quindi la barra dall’alto verso il basso e dal tasto destro in alto espandete il menu con le funzioni rapide, qui disattivate la sincronizzazione.

Tranquilli che non perderete le notifiche di applicazioni come Whatsapp, che usano un sistema diverso per la sincronizzazione dei messaggi.

2 – Disattivare i dati in background
Se non avete bisogno di notifiche o avvisi mentre il telefono è a schermo spento potrete semplicemente disattivare i dati in background, ovvero bloccare internet a quelle app che non sono aperte da voi. Per farlo da Impostazioni ed Utilizzo Dati scegliete Disattiva dati in background

3 – Passate a reti GSM
Se il vostro operatore vi consente di navigare in GSM (quindi non siete Tre) potreste trovare conveniente, quando il telefono vi serve solo per chattare su Whatsapp o ricevere notifiche mettere, da Impostazioni, Altre Reti e Reti Mobili la connessione fissa solo su Solo GSM, risparmierete batteria ma rinuncerete alle connessioni in 3G/4G, vi basterà rimettere le impostazioni com’erano precedentemente per avere accesso di nuovo a tutte le reti e navigare veloce.

Sammy Basso: il bambino che invecchia crea un documentario

Sammy Basso

Sammy Basso, grande appassionato della cultura degli Indiani d’America, ha sempre desiderato visitare i luoghi dove questo popolo vive. La storia degli indiani è per lui la più grande passione e presto, avrà modo di conoscere in prima persona tutto ciò che riguarda questo fascinoso popolo, offrendo le sue scoperte anche a noi. Partiamo dal principio e vediamo chi è Sammy Basso.

Sammy Basso è un ragazzo di 18 anni, con tanti sogni nel cassetto e il desiderio di viaggiare. Tuttavia è affetto da una malattia genetica rarissima (colpisce circa un bambino ogni 8 milioni), la Sindrome di Hutchinson-Gilford (HGPS). Si tratta in pratica di una malattia che fa invecchiare molto precocemente la persona. I genitori si sono accorti molto presto che qualcosa non andava, ma alla nascita il dubbio non c’era ancora. Quando il piccolo Sammy Basso aveva solo due anni gli venne diagnosticata l’HGPS. I genitori, dopo questa terribile notizia, si sono fatti forza ed hanno accettato la cosa.

Il corpo di Sammy invecchia precocemente è vero, ma la sua mente no. Il ragazzo ha già visto più volte l’America, ma principalmente erano gli ospedali la sua meta. Sammy si cura a Boston ormai dal 2007, nella Progeria Research Foundation si occupano di cure sperimentali.

Adesso Sammy Basso la vuole vedere realmente questa America, e giustamente, vuole vedere ciò che piace a lui. Il suo sogno è quello di capire dove e come vivono gli indiani. Si recherà quindi al Monument Valley.

Non appena ha terminato i suoi studi al Liceo Scientifico a Bassano, Sammy ha preparato le valige con i suoi genitori (Laura e Amerigo) ed è partito, proprio per festeggiare il suo diploma. Con loro è andato anche Riccardo, un amico.

Il tour di Sammy però non è un viaggio qualunque. Il ragazzo infatti è supportato dalla televisione. Il suo tour verrà trasmesso su Nat Geo People (sky, canale 411) alle ore 21. Il viaggio sarà diviso in quattro puntate e toccherà varie parti dell’America.

Sammy Basso incontrerà i capi delle tribù indiane, conoscerà gli amish e i predicatori. Avrà modo di vedere da vicino tutto ciò che fino a oggi ha potuto conoscere solo grazie ai libri che divoraaìva. Non finisce qui. Sammy non avrà solo modo di conoscere (e far conoscere a noi tramite il suo documentario) la cultura VERA degli Indiani d’America. Durante questo viaggio incontrerà qualcun altro. Prima di tutti Matt Groening, colui che ha inventato i Simpson (altra sua grande passione). Poi incontrerà James Cameron, regista di Avatar, film preferito di Sammy.

E per finire, si troverà a St. Louis in occasione della partita di baseball dei Cardinals, a lui infatti spetterà il first pitch, il primo lancio della partita!

Terminata questa avventura, Sammy tornerà in Italia. Le sue aspirazioni sono ambiziose, ma siamo sicuri che si impegnerà al massimo per realizzarle tutte. Il ragazzo ha deciso di iscriversi all’Università di Padova, seguirà il dipartimento di Fisica. Il suo sogno? Diventare fisico nucleare!

In collaborazione con www.mammeoggi.it

Twitter prepara nuova funzione per gli “assenti”

twitter

Novità in vista per Twitter, uno dei social network più in vista degli ultimi tempi. In particolare, il servizio starebbe studiando una graduale modifica della propria struttura cronologica, che riporta tutti i tweet in ordine di “comparsa”: una struttura dalla quale è legato fin dalla sua fondazione, e che ora sembra essere stata giudicata “obsoleta” e prossima alla rivoluzione.

Stando a quanto si legge nei media internazionali, Twitter sarebbe infatti in procinto di abilitare la nuova funzione “While you were away“, che riunisce in cima alla timeline dell’utente i tweet che sono apparsi dopo l’ultima chiusura della app. In ogni caso, non si tratterà di un “ribaltamento” della cronologia (ovvero, dell’esposizione dei primi tweet, invece che degli ultimi), quanto di una funzionalità che andrà a modificare “leggermente” il flusso della timeline, individuando una parte dei tweet più rilevanti (insomma, non una rivoluzione così incisiva come avvenuto con Facebook, che ha dovuto duplicare una modalità visiva tra le notizie più rilevanti, e quelle più recenti).

Twitter per il momento non ha ancora abilitato la funzione per tutti i suoi utenti, sebbene alcuni tweet recenti abbiano indicato che l’attivazione stia avvenendo a macchia d’olio: pertanto, è possibile che nell’arco di pochi giorni o settimane possa verificarsi l’atteso annuncio ufficiale, e un allargamento più drastico di tale funzionalità, sulla quale – siamo certi – gli utenti avranno modo di esprimersi in maniera piuttosto netta.

Voi che ne pensate? Vi trovate bene con la timeline di Twitter o desiderate una rivisitazione in stile Facebook?

Chattare online senza registrazione, sempre più di moda

chat

La chat, una realtà nata moltissimi anni fa, che però con in passare degli anni si è andata un po’ perdendo, ma che oggi sta riprendendo il via grazie alle nuove piattaforme per chattare, una di queste è Chatfacile.it una chat senza registrazione

Perché’ chattare su Chatfacile.it:

– per trascorrere un po’ di tempo libero
– per conoscere gente nuova
– per scambiare opinioni su svariati argomenti
– perché non hai voglia di uscire
– perché sei stanco dei soliti social network
– perché cerchi la tua anima gemella
– perché non hai voglia di riempire moduli di registrazione
– perché ti va di condividere musica con tanti amici virtuali
– perché hai voglia di giocare
– perché non hai e non puoi spendere neanche un centesimo

Sono 10 buoni motivi per entrare nella nostra community e divertirti con noi.
Chatfacile.it infatti ti permette di chattare in modo facile, divertente, senza nessun obbligo di registrazione e completamente GRATIS.
Finalmente ti trovi nel posto giusto e sicuramente troverai le persone giuste per riempire i tuoi momenti liberi e conoscere magari anche la tua anima gemella. Puoi accedere al nostro sito senza installare nessun software sul tuo pc, utilizzando ogni tipo di dispositivo, sia fisso che mobile.
Vuoi rimanere anonimo? puoi farlo. Ma puoi anche registrare il tuo Nick ed ottenerne l’esclusiva. Le conversazioni possono essere sia pubbliche, trattando argomenti più’ spensierati, o private dove puoi confidare anche tuoi più intimi segreti. Divertiti a scrivere con il tuo colore preferito e consulta le stelle chiedendo l’oroscopo del tuo segno. Le faccine daranno un tono di allegria a ciò che scrivi. Lo staff di moderatori sarà a tua disposizione per rendere la tua permanenza in chat tranquilla e serena e ti chiederanno semplicemente di rispettare la netiquette, come non usare nickname volgari, non floodare o fare pubblicità ad altre chat o Social Network e non avere comportamenti offensivi nei confronti degli altri utenti. Entrare in Chatfacile.it è semplicemente facile, totalmente gratuito e senza doverti registrare, quindi: Cosa aspetti? Entra e divertiti insieme a noi

Scaricare programmi gratis da Internet

9

La rete è una miniera d’oro per chi è alla ricerca di programmi gratis. Ogni giorno vengono rilasciati nuovi software, scaricabili gratuitamente, in grado di risolvere qualunque problema degli utenti e di soddisfare ogni esigenza.

Dal momento che la rete è molto vasta, purtroppo diventa facile perdersi, per questo è importante conoscere i migliori siti per scaricare programmi gratis, che raccolgono centinaia e centinaia di software, organizzati in comode categorie.

Vediamo insieme i migliori siti per scaricare programmi gratis:

1. Softonic

Softonic è uno dei più famosi portali in rete che si occupano di raccogliere e recensire software gratuiti. Il database di Softonic mette a disposizione degli utenti oltre 90.000 software, tutti descritti dettagliatamente.

Uno degli aspetti più apprezzati di Softonic è il fatto che per ogni programma gratuito sono messi in luce sia gli aspetti positivi che quelli negativi: in questo modo è possibile farsi un’idea generale del programma prima di installarlo.

Softonic è un portale internazionale, tradotto in varie lingue e ovviamente è presente la versione Italiana.

2. Eazel

Eazel è un portale specializzato nel raccogliere ed offrire programmi scaricabili ed installabili a costo zero. Si mette in luce per la vasta sezione dedicata ai giochi gratuiti e per la sicurezza dei file offerti agli utenti.

Nella home page di Eazel è presente un box contenente i titoli dei software e dei giochi più scaricati di sempre ed un elenco con gli applicativi recentemente aggiornati.

3. Download Html

Download Html è la sezione del noto portale Html.it dedicata interamente ai download di software gratuiti. Tutti i programmi presenti sono recensiti dallo staff e valutati dagli utenti, oltre ovviamente ad essere controllati e testati prima di essere inseriti nel sito web.

Oltre alla classica recensione, per i software più importanti e per quelli più scaricati di sempre sono presenti anche guide all’utilizzo e video tutorial, sempre gratuiti.

Pasqua 2015 a Verona, la top ten dei luoghi imperdibili

verona romantica

Tradizionalmente, il ponte di Pasqua – insieme a quello del 1° maggio e del 2 giugno – è uno dei primi fine settimana di primavera, in cui poter organizzare una breve vacanza in attesa delle meritate ferie estive. Se siete alla ricerca di idee di viaggio, e le capitali europee per voi non sono più un mistero, una buona idea potrebbe essere quella di riscoprire le città italiane, sempre ricche di un patrimonio artistico, storico e culturale che non ha eguali in tutta Europa.

Verona è senz’altro un’ottima scelta, una città giovane e piacevole, che durante la Santa Pasqua offre numerosi spunti, appuntamenti ed eventi di ogni tipo, per tutti i gusti e le tasche. Al di là del calendario di appuntamenti pasquali – che potrete facilmente reperire anche sul posto – quali sono i luoghi imperdibili da visitare a Verona durante le festività Pasquali del 2015 ?

Ecco a voi un elenco, certamente non completo perché a Verona c’è davvero moltissimo da vedere, dei luoghi più interessanti:

1. Ponte Scaligero: è uno dei simboli di Verona, assieme al balcone di Giulietta e all’Arena di Verona (che qui non citeremo, in quanto estremamente conosciuti). Qui, vi verrà voglia di scattare fotografie. E come darvi torto?

2. Chiese storiche di Verona: ovvero la Basilica di San Zeno, San’Anastasia, il Duomo e San Fermo. Durante la Santa Pasqua, una visita è d’obbligo.

3. Castelvecchio: oggi sede del Museo Civico d’Arte di Verona, si trova a pochi passi dal Ponte Scaligero. Se non avete tempo di visitarlo approfonditamente, vale comunque la pena di vedere l’ampio cortile interno e l’esterno del bellissimo Castello medievale.

4. Torre dei Lamberti: la vista dall’alto della torre (alta più di 80 metri) è davvero unica.

5. Giardini Giusti: uno splendido giardino all’italiana, a poco passi dal Teatro Romano. Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese.

6. Teatro Romano: sorge sulle pendici del Colle San Pietro e, durante l’estate, qui hanno luogo spettacoli e commedie musicali.

7. Arche Scaligere: si tratta dei monumenti funerari dei Signori di Verona, situati proprio accanto a Piazza dei Signori.

8. La scalinata di Palazzo della Ragione: storicamente era percorsa dagli imputati che si recavano in Tribunale. Oggi il palazzo ospita un ricco museo, visitabile con biglietto cumulativo se deciderete di salire sulla torre del Lamberti.

9. Arco dei Gavi: si trova in Corso Cavour poco distante da Castelvecchio. Una delle più belle testimonianze d’arte romana.

10. Biblioteca capitolare: sita in piazza Duomo, è uno dei più antichi centri di studio d’Europa.

Chi dorme male ingrassa: semplice illusione o pura realtà?

dormire

E’ stato appurato da uno studio scientifico che chi dorme poco o male tende ad ingrassare più facilmente. Mentre chi riesce a dormire almeno 7 ore a notte aiuta il corpo a rispondere meglio alla dieta. Quindi se volete dimagrire più velocemente cercate di dormire di più: una buona dormita oltre a togliere dal viso occhiaie e faccia stanca, vi aiuterà senza ombra di dubbio a sentirvi più in forma che mai, sotto tutti i punti di vista!

Come segnalato dal sito www.24hlive.it, uno studio realizzato dalla Università del Colorado, ha dimostrato che esiste una correlazione tra sonno e fame. Infatti pare che bastano soltanto 5 notti insonni per essere indotti a mettere su qualche chilo di troppo.
I ricercatori osservano che rimanere alzati per troppo tempo durante la notte si rischia di consumare molta più energia, ma chi resta sveglio oltretutto, è anche portato a mangiare molto di più. Infatti il rischio di ingrassare è davvero molto alto.

Tuttavia lo studio ha sottolineato che molto dipende anche del genere: sono soprattutto gli uomini ad eccedere con il cibo e quindi ad ingrassare, mentre le donne riescono a controllare meglio l’appetito.

E allora cosa bisogna fare per combattere questa situazione?
Prima di tutto è necessario mangiare in modo sano e regolare. Si sa, la cena rappresenta da sempre il momento più gratificante della giornata.
Un’abbondante e buona cena è un momento estremamente piacevole da trascorrere in famiglia o con amici, ma farlo sempre può rappresentare un problema per la salute.

Per favorire il sonno tuttavia è indispensabile consumare la cena almeno 2 o 3 ore prima di coricarsi in maniera tale da avere più tempo per completare la digestione.

Molti pensano che bere alcolici possa essere una buona soluzione per favorire il sonno. Ma questa credenza popolare tuttavia non ha nessun riscontro empirico, anzi l’etanolo contenuto nelle bevande alcoliche favorisce l’addormentamento ma non un sonno prolungato.
Per tale ragione è molto importante evitare di consumare alcol dopo cena o eccedere con il vino.

via: