Proteggere le mamme dalla depressione post partum

depressione post partum

Proteggere le mamma dalla depressione post partum è un aspetto fondamentale al fine di prevenire e aiutare le giovani mamma e i loro figli da un male che si radica molto in profondità.

In pratica, la depressione post partum è un disturbo dell’umore che colpisce all’incirca il 10-20% delle neo mamme subito dopo aver partorito. Tra i sintomi più comuni abbiamo: crisi di pianto, cambiamenti repentini di umore, irritabilità, perdita del sonno e dell’appetito e privazione d’interesse per il neonato e per le azioni quotidiane come la cura della casa e del pargoletto. Così per aiutare le mamma e facilitarne la cura è stato creato un social network fondato dalle associazione Strade Onlus e Rebecca Fondazione. La stima fatta parla di circa ottantamila donne l’anno le quali si ammalano di depressione pre e post partum, ovvero una mamma su sette.

Però il fattore che ha convinto le associazioni ad intraprendere il progetto e che solo una mamma su quattro riceve un adeguata assistenza. Le restati donne, circa sessantamila, sono lasciate sole a vedersela con i proprio problemi, provocando effetti negativi anche sui figli. Studi scientifici hanno dimostrato che la depressione post partum influisce sui comportamenti dei bambini i quali assumeranno comportamenti violenti in adolescenza e in età adulta, avranno un quoziente intellettivo più basso e la tendenza ad ammalarsi spesso all’incirca sette volte in più di un bambino “normale”.

L’idea è quella di creare un una piattaforma dove tutte le mamme possono parlare con un medico sempre li pronto ad aiutare nelle difficoltà.

Così facendo si crea un supporto economicamente sostenibile ma allo stesso tempo professionale. Rebecca Blues è un app scaricabile per tablet e smartphone. L’ospedale da cui comincerà il progetto è il San Camillo di Roma, l’obbiettivo sarà quello di curare e salvare le mamme e la loro prole.